Nuove modalità di gestione dei casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico

Data:

mercoledì, 12 gennaio 2022

Argomenti
Notizia
Covid x sito.jpg

In sintesi le indicazioni relative alla gestione dei casi di positività nelle classi contenute nella Nota 11 dell'8 Gennaio 2022 emanata da Ministero dell'Istruzione e Ministero della Salute (allegata) e alcune precisazioni utili:

SCUOLA DELL’INFANZIA - Servizi educativi per l’infanzia

Con un caso di positività si applica al gruppo classe/alla sezione la sospensione delle attività, per una durata di dieci giorni

SCUOLA PRIMARIA

  • Con un caso di positività si attiva la sorveglianza con testing del gruppo classe: l’attività prosegue in presenza effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività (T0). Il test sarà ripetuto dopo cinque giorni (T5). 

  • In presenza di due o più positivi è prevista, per tutta la classe, la didattica a distanza per la durata di dieci giorni.  

SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO

  • Con un caso di positività nella stessa classe è prevista l’autosorveglianza con la prosecuzione delle attività e l’uso delle mascherine Ffp2. 

  • Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che non hanno avuto la dose di richiamo e hanno completato il ciclo vaccinale da più di 120 giorni e per coloro che sono guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine Ffp2.

  • Con tre casi nella stessa classe è prevista la didattica a distanza per dieci giorni per tutta la classe.

 

TAMPONI

In merito all’esito dei tamponi si precisa che se il risultato del tampone T0 è negativo si può rientrare a scuola. Se invece è positivo, è necessario informare il Dipartimento di Prevenzione (DdP) e il medico o il pediatra (MMG/PLS) e non si rientra a scuola. Analogamente, per il tampone T5 se il risultato è positivo, è necessario informare il DdP e il MMG/PLS e non recarsi a scuola.

POSITIVI CONVIVENTI

Chi è vaccinato con due o tre dosi (booster) da meno di 120 giorni o è guarito dal Covid-19 da meno di quattro mesi può uscire di casa anche se nel frattempo si è riscontrato un positivo in famiglia. L’importante è essere asintomatici e non avere alcun contatto con chi è in isolamento in casa. Se si rispettano queste norme si può circolare liberamente, a patto di indossare obbligatoriamente una mascherina Ffp2  per 10 giorni.
Se, al contrario, non fosse possibile evitare contatti con il positivo in casa allora tutti i conviventi dovranno restare in isolamento fino alla certificazione della guarigione.
Il periodo di auto-sorveglianza per i negativi dura 5 giorni: se entro questo periodo si manifesta qualche sintomo occorre fare un tampone, altrimenti l’auto-sorveglianza termina senza bisogno di un test.

 

 

Documenti